Maturità 2020: prova orale in presenza
Esame di Stato 2020: un'unica prova orale su italiano, altre discipline e temi di cittadinanza. Si parte da un elaborato sulle materie di indirizzo. Indicazioni, novità e date dall'ordinanza MIUR 16 maggio 2020.
 
Un'unica prova orale e in presenza
Quello di quest’anno sarà un Esame di Stato anomalo: niente prove scritte, ma un colloquio orale della durata di un’ora, al via dal 17 giugno alle 8.30 per oltre 500.000 candidati. 
Durante il colloquio, il candidato verrà esaminato da una commissione di 6 membri, tutti interni, e un presidente esterno.
Il colloquio avrà un valore massimo di 40 punti, che andranno a sommarsi ai 60 punti attribuiti dal curriculum dell’ultimo triennio (di cui 18 per la classe terza, 20 per la classe quarta e 22 per la classe quinta, attribuiti dal consiglio di classe) e ci sarà inoltre la possibilità di ottenere la lode.
Entro il 30 maggio 2020 il consiglio di classe elabora, un documento che esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che lo stesso consiglio di classe ritenga utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame.
 
Il colloquio: elaborato sulle materie di indirizzo, testo di italiano, altre materie e Educazione civica
Secondo il Decreto che arriverà al Senato per l’approvazione definitiva il 21 maggio 2020, la prova orale si articolerà in cinque fasi:
- nella prima i candidati dovranno discutere un elaborato concernente le discipline di indirizzo: le materie coinvolte sono quelle che sarebbero state oggetto della seconda prova scritta, individuate dal MIUR il 30 gennaio 2020 (vai all'elenco). L’argomento viene assegnato a ciascun candidato su indicazione dei docenti delle discipline di indirizzo e comunicato ai candidati entro il 1° giugno; i docenti possono scegliere se assegnare a ciascun candidato un argomento diverso, o assegnare a tutti o a gruppi di candidati uno stesso argomento. Ciascun candidato dovrà inviare il proprio elaborato ai docenti delle discipline di indirizzo per posta elettronica entro il 13 giugno: potrà trattarsi di un testo scritto, una presentazione o di un altro tipo di prodotto multimediale coerente con le materie stesse;
- a seguire è prevista la discussione di un testo di italiano, oggetto del programma dell’ultimo anno, così come verbalizzato dal Consiglio di classe entro il 30 maggio;
- le altre materie di studio saranno oggetto di riflessione in un terzo momento del colloquio, partendo da domande o da materiali preventivamente predisposti dalla Commissione d’Esame il giorno prima del colloquio stesso; si tratterà di "un testo, un documento, un’esperienza, un progetto, un problema ed è finalizzato a favorire la trattazione dei nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline e del loro rapporto interdisciplinare";
- gli ultimi due momenti riguarderanno l’esposizione dell’esperienza PCTO (ex alternanza scuola-lavoro) mediante un testo scritto o un prodotto multimediale elaborato dal candidato e alcune domande sui temi di Educazione civica, tra cui potrebbe rientrare anche la pandemia Covid-19.
 
Esame in presenza con misure di sicurezza
L’ordinanza del Ministro dell’Istruzione ribadisce che l’Esame di Stato si svolgerà in presenza: per evitare assembramenti, l’accesso in aula sarà limitato ad un massimo di 10 persone (6 membri della commissione, oltre al presidente, al candidato e a due testimoni) al fine di mantenere la distanza di sicurezza e sono obbligatorie le mascherine, che il canddato potrà abbassare solo se distante 2 metri dalla commissione. Inoltre tutti gli ambienti andranno puliti al termine di ciascuna sessione d’esame, sempre per garantire la sicurezza di candidati e commissari. 
 
Ordinanze dell'8 giugno 2020
Vai al testo completo del Decreto Ministeriale n. 25 dell'08/06/2020>>
Allegato A, assegnazione dei crediti>>
Allegato B, griglia di valutazione della prova orale>>
 
Materie di indirizzo individuate dal MIUR

le materie originariamnete oggetto della seconda prova sono state individuate il 30 gennaio dal MIUR (D.M. 28 del 30 gennaio 2020)Greco e Latino al Classico, Matematica e Fisica allo Scientifico, materie diverse a seconda degli indirizzi per gli Istituti Tecnici e Professionali.

Licei>>

Istituti tecnici>>

Istituti professionali>>

Lingua slovena>>

 

#Maturità 2020: materiali e suggerimenti per affrontare l'Esame
Devi realizzare un elaborato finale, ripassare gli argomenti principali e prepararti al colloquio orale? Il padlet #Maturità 2020 è quello che fa per te. Grazie al contributo di insegnanti della Scuola Secondaria di Primo Grado, Atlas mette a disposizione una lavagna multimediale con informazioni e brevi video tutorial per fare un buon lavoro. Il materiale è libero e gratuito: puoi guardarlo o, se insegni, condividerlo con i tuoi studenti.  Vai al padlet #Maturità 2020>>