Agenda 2030, la Biodiversità e le zone umide: lezione digitale

Oltre 80 mila specie vegetali e 8.300 specie animali popolano la terraferma, mentre mari e oceani contano approssimativamente 200 mila specie identificate: sono questi i numeri della biodiversità, la nostra assicurazione sulla vita.
La Giornata Internazionale delle zone umide e la Giornata Internazionale della biodiversità offrono lo spunto per un'unità didattica digitale: riflettiamo sull'importanza della varietà di specie animali e vegetali e scopriamo quali comportamenti adottare per salvaguardare questo delicato equilibrio. 
 
Il tema è sviluppato secondo una struttura modulare che, a partire dagli obiettivi 14 e 15 dell'Agenda 2030, guida lo studente in un percorso alla scoperta della biodiversità terrestre, dei fenomeni che la minacciano e delle possibili soluzioni per la sua tutela.

 

La lezione è concepita per lavorare in modo stimolante sia in presenza sia in DDI e DAD.
 

L'apprendimento è supportato da video, gallerie di immagini, schede di approfondimento e da numerose proposte di attività che guidano alla comprensione, favoriscono la rielaborazione dei contenuti e aprono a collegamenti tra le discipline. In particolare i test interattivi in formato Google Moduli permettono di valutare immediatamente le abilità di base (comprensione dei contenuti), mentre le proposte di lavoro e di ricerca guidano alla piena acquisizione delle competenze

Il formato Padlet permette di usare la lezione su qualsiasi tipo di dispositivo individuale (computer, tablet, smartphone) e di classe virtuale semplicemente condividendola mediante link. I test in Google Moduli possono essere scaricati e integrati nella propria classe virtuale per un immediato feedback sull'andamento della classe e dei singoli studenti.